Cosa facciamo

NIDO

Il nido I due orsetti ( dai tre mesi ai trentasei) offre sul territorio un  servizio educativo di sostegno alle famiglie nei loro compiti di cura e di educazione dei bambini. Si tratta di un luogo accogliente ricco di proposte educative per l’apprendimento dei piccoli, una struttura dotata di cortile attrezzato con giochi in legno a norma, aule e laboratori. E’ aperto dalle ore 7.30 alle ore 18.30, con varie possibilità di frequenza. Il nido e’ un luogo d’incontro, di relazione per bambini, insieme ad adulti. Sostenuti dalle educatrici i bambini iniziano un cammino di crescita e di autonomia. L’istituto abbraccia le più moderne linee guida e i più noti principi della pedagogia e della psicologia, che vedono il gioco come l’attività trainante per l’acquisizione di tutte quelle esperienze funzionali, relazionali, tattili, e cognitive indispensabili per un corretto sviluppo dell’Io. Premura  delle educatrici e’ quella di  guidare il bambino a scoprire e  vivere gli  spazi del Nido, che e’ suddiviso principalmente in vari centri d’interesse:

  • Angolo morbido e coccole

  • Angolo del gioco simbolico

  • Angolo dei travestimenti

  • Angolo della motricità

  • Angolo di lavoro creativo (attività manipolative, del linguaggio, sensoriali e grafico-pittoriche)

  • Angolo del riposo

  • Angolo lettura

  • Angolo giochi montessoriani

Per quanto riguarda i materiali di gioco saranno suddivisi secondo il tipo di attività svolta nell’ambiente interno o nel cortile esterno, si prediligono giochi creati dai bambini

ATTIVITA’

Nel nido si svolgono attività di motricità, grafico-pittoriche e manipolative, linguistico-espressive,  ritmico-sonore, laboratori didattici e di arricchimento dell’offerta formativa sia per i bambini che per i genitori. Le uscite didattiche in compagnia dei genitori consentiranno ai bambini di esplorare l’ambiente circostante attivando relazioni positive con ciò che li circonda e di strutturare apprendimenti significativi attraverso una “full immersion”esplorativa della realtà.

ATTIVITA’ ALL’INTERNO

Angolo Morbido

L’angolo morbido rappresenta la tana dove dedicarsi alle coccole, giocare con i cuscini, chiacchierare e raccontare. Uno spazio morbido e delimitato dove si può stare comodamente seduti o sdraiati accanto alla propria educatrice.

Materiali di gioco:cuscini, materassi anti-urto e libri.

Angolo del gioco simbolico

Angolo che ricrea i luoghi della casa e che permette ai bambini di sperimentare ed imitare le azioni dei grandi. E’ fondato sulla libera interpretazione del bambino che, utilizzando l’esplorazione e l’interazione con gli oggetti e gli arredi, sperimenta la realtà dandogli significato.

Angolo dei travestimenti

Favorisce l’iniziativa di gioco autonomo e la capacità di assumere ruoli attivi reali (mamma, papà) o fantastici (principe, fata).

Materiale di gioco: specchio, abiti, stracci, parrucche, cappelli, oggetti da “grande” per travestimenti.

Angolo della motricità

Appositamente pensato per privilegiare il movimento inteso come manifestazione della personalità di ogni bambino, prevede attività che investono il corpo e la mente nella sua totalità e nel suo dinamismo.

Strumenti: percorso psicomotorio, piscina con le palline, teli, cerchi etc..
Questi strumenti prevedono attività di gioco libero o guidato, attraverso la strutturazione di ambienti stimolanti per il movimento e la scoperta dell’ambiente e del proprio corpo.

Angolo del lavoro creativo

Strutturato in spazi attrezzati per varie attività come la manipolazione, le attività sensoriali e musicali, le attività espressive, etc.

In questo angolo delle attività è possibile sollecitare le capacità sensoriali, attraverso la realizzazione di vari percorsi di percezione sensoriale che facciano uso di farina di mais, acqua, alimenti, stoffe, carrellino strumenti musicali, strumenti da costruire.  Alla scoperta della musica attraverso un percorso che va dai suoni che il bambino può produrre con oggetti di uso quotidiano fino alla realizzazione di piccoli strumenti musicali come maracas, bastoni della pioggia e tamburi.

Angolo lettura

Stimolare l’uso del linguaggio, favorire il riconoscimento dei suoni e l’arricchimento del lessico per sviluppare la simbolizzazione, l’attenzione, la memoria e la percezione visiva.
Si effettua attraverso tutte le attività che implicano scambi verbali, sia tra bambini che tra le educatrici (adulti).
Materiale di gioco: presentazione di oggetti, ricerca verbalizzata dei loro usi, descrizione di figure, narrazione di storie, osservazione dell’ambiente, giochi verbali, verbalizzazione della giornata trascorsa al Nido, sfogliare libri e riviste, ascolto di un racconto, racconto mimato , riconoscere e produrre suoni e rumori.

Attività logico – pratiche di manipolazione

Si effettua attraverso tutte le attività che implicano l’uso della manipolazione favorendo il coordinamento e affinando le abilità percettive e sensoriali permettendo il graduale passaggio dal riscontro di uguaglianza e differenza tra oggetti, alle operazioni di classificazione e seriazione.
Materiale di gioco:sonagli, cestino dei tesori, giochi con l’acqua, travasi, pasta del pane,  pasta di sale, pongo sabbia, farina gialla, presentazione di oggetti simili, di blocchi logici, lavagne magnetiche, associazioni, sequenze, dentro e fuori, davanti e dietro, sopra e sotto, destra e sinistra…
Alcuni tipi di materiale stimolo vengono predisposti nell’ambiente secondo una disposizione logica e fissa in relazione all’organizzazione degli spazi e agli interessi dei bambini.

Attività grafico – pittoriche

La pittura e il disegno con vari materiali permettono al bambino di scoprire e sperimentare direttamente come sia possibile lasciare tracce di se stessi su un foglio e questo suscita in lui molto interesse, piacere e curiosità.

Vengono presentati dei materiali da utilizzare per creare nei bambini una familiarità con gli stessi; è quindi necessario che i bambini si trovino in una stanza dove possono sporcarsi, effettuare pittura con le mani e i piedi, giocare con la sabbia, la terra e l’acqua…
Questa attività dà ai bambini la libertà di dare sfogo alle proprie emozioni interne e capacità di superare paure e tensioni a contatto del materiale sporchevole.

Materiale di gioco: fogli grandi e piccoli, colori a dita, tempere, tamponi e pennelli, pennarelli, materiale di recupero, legno, materiale da imballo, colla, ecc.

GIOCHI

Ai nostri bimbi proponiamo tantissime attività esplorative, nel rispetto delle loro singole e specifiche capacità.
grazie al nostro attrezzato giardino, possiamo inoltre consentire loro di rapportarsi alla natura sin dalla più tenera età, godendo anche di tantissime e preziose esperienze all’aria aperta
.

 

Ai più piccoli riserviamo le seguenti attività:

Gioco del semolino:travasare, setacciare, nascondere un oggetto, farlo cadere dall’alto, ecc.
Finalità: comprensione, proprietà dell’oggetto, coordinazione occhio/mano, permanenza dell’oggetto (il bambino impara che un oggetto, anche se nascosto alla sua vista, esiste ancora  – quindi questo gioco lo si stimola a cercarlo).

Gioco del Colore:colorarsi le mani, i piedi, il viso, guardarsi allo specchio, fare le impronte delle mani e dei piedi su fogli grandi e piccoli.
Finalità: conoscenza dell’oggetto, comprensione di “causa-effetto”, strutturazione dello schema corporeo.

Gioco dell’Acqua:travasare, riempire, vuotare, sperimentare la profondità, la capienza, il galleggiamento o l’affondamento degli oggetti, il caldo e il freddo dell’acqua.
Finalità: comprensione delle proprietà dell’oggetto, coordinazione occhio-mano e sfogo delle tensioni.

Gioco della Pasta Salata:manipolare, impastare, premere, appiattire, appallottolare, ecc. Finalità: conoscenza delle proprietà materiche, sfogo delle tensioni e comprensione di “causa-effetto”.

Gioco dello Strappo: provocare effetti, rumori e strappi diversi, accartocciando, stropicciando, ecc.
Finalità: raffinare il movimento delle dita e del polso.

Il Cesto dei Tesori(per bambini che non sanno ancora camminare): scoperta delle diverse proprietà dei materiali proposti.

Gioco Euristico(per bambini dai 18 ai 24 mesi): scatole di cartone, catenelle, mollette di legno, barattoli di latta, rotoli di carta igienica, anelli di legno per le tende, nastri, pon-pon di lana, coperchi metallici dei vasetti, pigne, ecc.

L’elenco degli oggetti del CESTO DEI TESORI non comprende alcun articolo in plastica. Il nostro scopo è quello di offrire ai più piccoli la più estesa scelta di esperienze sensoriali diversificate e, sebbene vivacemente colorati, gli oggetti in plastica sono praticamente inutilizzabili per tali esperienze. Proporre invece una serie di oggetti realmente diversi, consente al bambino di chiedersi: “Cosa è questo?” e – inseguito – a domandarsi: “Cosa posso fare con questo?”. Ed è proprio qui che compare il GIOCO EURISTICO.

L’acquisizione della mobilità sembra far perdere al bambino l’interesse per il materiale del CESTO DEI TESORI. Nell’età compresa tra i 18 e i 24 mesi, invece, si osserva la concentrazione nello svuotare e riempire recipienti, accatastare materiali, incastrare un oggetto in un altro e notare diversità e somiglianze. Il GIOCO EURISTICO ha quindi lo scopo di favorire l’esplorazione di un materiale vario, che stimola la concentrazione e l’immaginazione del bambino, per consentirgli di inventare un suo utilizzo sempre diverso e originale.

Ai bimbi più grandi, oltre ad alcune attività che sono proposte anche ai più piccoli (travaso con farina gialla, manipolazione del colore e della pasta di pane e giochi con l’acqua), sono riservati i seguenti giochi:

Il Disegno:fogli bianchi o colorati, cartoncini di misure adeguate, matite colorate, pennarelli atossici e pastelli di cera.
Finalità: conoscenza dell’oggetto, comprensione della sequenza causa-effetto, coordinazione occhio-mano, espressione del proprio vissuto, passaggio dallo scarabocchio incontrollato a quello controllato e nominato.

Gioco degli Incastri:tavolette di legno con figure di animali, fiori e oggetti in genere conosciuti.
Finalità: coordinazione occhio-mano.

Gioco delle Costruzioni:mattoncini Lego, DUPLO, cubi, CLIPO, ecc.
Finalità: coordinazione occhio-mano, sviluppo della fantasia e della creatività.

Ascolto della Musica:ripetere suoni e parole, ascoltare e muoversi a ritmo.
Finalità: sviluppo del linguaggio e stimolo al movimento guidato
.

L’Incollo:colla, supporto (fogli e cartoncini), materiale di recupero in genere (pezzi di stoffa, pezzetti di carta colorata, foglie, farina bianca o gialla, cartone, polistirolo, ecc.).
Finalità: comprensione della proprietà dell’oggetto e della sequenza causa-effetto.

La lettura:libri di stoffa, di plastica, ecc. .
Finalità: riconoscimento dell’oggetto rappresentato, stimolazione del linguaggio e stimolazione della sequenza logica.

Il Travestimento e il Gioco allo Specchio:camicie, scialli, sciarpe, guanti, cappelli, gonne, ecc.
Finalità: gusto a scoprire la propria immagine riflessa, conoscenza dello schema corporeo e stimolazione alla manipolazione fine (allacciare, slacciare, infilare, sfilare, ecc.).

L’Imitazione:il gioco della bambola, della pappa, della spesa, ecc. durante i quali il bambino si identifica nell’adulto e riproduce la realtà che vive ogni giorno.
Finalità: espressione di sé, del proprio vissuto interiore, sfogo delle tensioni e stimolazione al gioco di finzione che permette la trasformazione simbolica.

Vi è un’attenta scansione della giornata al Nido, con particolare cura per il rispetto dei tempi individuali di crescita, la tipologia delle proposte di gioco e la qualità del rapportoeducatrice-bambino.
Il nostro progetto è regolato da una serie di attività che scandiscono i tempi della giornata dei piccoli e che si possono suddividere in:

  • attività di routine (accoglimento, pranzo, sonno, igiene, merenda);

  • attività ludico-didattiche (giochi di manipolazione, di scoperta, dei travasi con le materie prime, giochi di psicomotricità, simbolici , ascolto musicale, giochi di creatività, ecc.);

  • attività straordinarie (inserimento, momenti di inizio e fine attività, feste, ricorrenze, ecc.).


  GIORNATA TIPO

7:30 – 9:30 Accoglienza
9:30 – 10:00Merenda
10:00 – 11:15 Attività educative secondo programma didattico mensile
11:15 – 11:30 Gioco-Cambio e preparazione igienica per il pranzo
11:30 – 12:15 Pranzo
12:15 – 13:00 Chi esce… chi si prepara al sonno (letture, canzoncine e ninna nanna)
13:00 – 15:15 Riposo, con tante (tantissime!) coccole
15:30 – 16:00 Chi esce… chi fa merenda e gioca
16:30 – 18:30 Gioco libero e guidato

 

ASSISTENZA PEDIATRICA

Il Nido ha attivato un servizio di consulenza pediatrica che non ha l’obiettivo di monitorare lo stato di salute di ogni singolo bimbo, ma supportare il lavoro pedagogico al meglio, qualora si abbia bisogno di chiarimenti di  natura clinica e che non rientrano nella branca pedaogica.

I bimbi che non stanno bene come da regolamento sanitario dovrebbero rimanere a casa ed essere curati  dal proprio medico  che conosce al meglio la storia clinica di ognuno.
La nostra pediatra di fiducia,a disposizione dei genitori e della scuola .

 

PRODOTTI E SERVIZI

Il nostro nido offrirà:

  • progettazione innovativa scolastica ed extrascolastica
  • assistenza pediatrica e psicologica
  • personale educativo altamente qualificato
  • sviluppo dell’espressione creativa e costruttiva
  • sviluppo del linguaggio e delle capacità comunicative(Logopedia)
  • organizzazione di feste e ricorrenze
  • laboratori creativi e di linguaggio

catering con diete personalizzate

FINALITA’ E OBIETTIVI

Le finalità del nido sono quelle di porre il bambino come soggetto attivo che cresce attraverso la continua relazione con i pari, gli adulti, l’ambiente e la cultura. Si propone come ambiente significativo del fare e del riflettere, come luogo d’incontro e d’integrazione, come spazio creativo e di libera espressione. Contribui alla formazione integrale dei bambini(nel rispetto della responsabilità educativa della famiglia) mediante il rafforzamento dei processi di sviluppo:

  • identità

  • autonomia

  • cittadinanza.

PROGETTI

Sono previsti progetti di potenziamento dell’offerta formativa.

RAPPORTI SCUOLA-FAMIGLIA

I rapporti scuola-famiglia si svolgeranno attraverso consigli di intersezione, colloqui individuali, momenti di studio e socializzazione, laboratori.

MODALITA’ DI ACCESSO

Le famiglie interessate ad iscrivere i propri bambini presso il nostro nido potranno visitare la struttura, previo appuntamento con la coordinatrice chiamando al numero telefonico aziendale.

Criteri e procedura di ammissione

L’ iscrizione del bambino al servizio di asilo nido si effettuerà compilando un modulo d’iscrizione e firmando il regolamento interno, successivamente e non oltre l’inizio .I genitori si impegneranno a consegnare i documenti necessari per l’inserimento del bambino nella comunità scolastica.

Progetto educativo

Il nostro Nido abbraccia le più moderne linee guida e i più noti principi della pedagogia e della psicologia, che vedono il gioco come l’attività trainante per l’acquisizione di tutte quelle esperienze funzionali, relazionali, tattili e cognitive indispensabili per un corretto sviluppo dell’Io.

 

Il gioco è infatti uno dei principali motori delle azioni di ogni bambino, anche per tutto ciò che attiene la sua capacità di relazione sociale. Attraverso il gioco, il bambino impara a conoscersi e a sperimentare, associando liberamente anche l’adesione e l’accettazione delle regole che il gruppo si dà per giocare.
Il gioco, se vissuto quale attività al servizio dell’educazione, sottopone le facoltà fisiche e intellettive del bambino ad un costante controllo: stimola reazioni concrete che ne evidenziano le effettive capacità, mettendo in luce le possibilità di cui può avvalersi per stabilire validi rapporti armonici tra il proprio Io e l’ambiente che lo circonda, a contatto del quale deve impostare tutta la sua esistenza.

Tutte le attività ludiche del nostro Nido (musicologia, manualità, motricità…) sono formulate tenendo conto dell’età dei bambini, delle loro capacità e del loro grado di interesse, affinché il singolo e il gruppo (anch’esso soggetto dell’apprendimento) possano imparare reciprocamente giocando. A seconda della fascia d’età del bambino, sarà seguito un programma educativo mirato che consentirà, grazie ad un monitoraggio mensile, di svilupparne al meglio le competenze(autonomia,linguaggio verbale e non, motricità…) nel rispetto del suo personale ritmo di crescita. Grazie al nostro attrezzato giardino, possiamo inoltre consentire loro di rapportarsi alla natura sin dalla più tenera età, godendo anche di tantissime e preziose esperienze all’aria aperta.

Ci proponiamo – dunque – come un ambiente che facilita e contiene e, conseguentemente, sa offrire al bambino stimoli, proposte, sicurezza e continuità.

I nostri obiettivi generali sono:

  • da un punto di vista affettivo, favorire il rapporto di attaccamento, l’espressione e la modulazione degli affetti e dei bisogni;

  • aiutare il bambino nel suo processo di separazione e individuazione, con una progressiva acquisizione del senso di Sé e dell’Altro;

  • promuovere lo sviluppo motorio, cognitivo, comunicativo in un adeguato livello di autonomia.

La modalità adottata è quella ludica, che prevede la realizzazione di attività esplorative, giochi di costruzione, esperienze manipolative, grafiche e musicali che consentono al bambino di provarsi, divertirsi e sviluppare nuove competenze. Il lavoro viene periodicamente monitorato attraverso la pedagogista, attraverso discussioni di equipe e osservazioni sia sul gruppo sia sul singolo.

L’équipe educativa

  • L’équipe educativa consolidata da anni, è composta:
    1) da una Direttrice e coordinatrice didattica, Dott.ssa Di Leo Nadia, responsabile della progettazione  educativa, di un processo di supervisione e valutazione quotidiana degli alunni, della scuola e delle insegnanti.

Sarà anche la figura di riferimento per tutte le famiglie che desiderano confrontarsi, condividere, essere coinvolte nella crescita dei propri figli in un lavoro comune. Predisporrà importanti momenti di confronto di gruppo o individuali come le riunioni annuali, i colloqui personali, le osservazioni dallo specchio unidirezionale, per tenere aperto un dialogo costruttivo del progetto;

2) da una pediatra, una psicologa e una logopedista;

3) da educatori professionisti qualificati che avranno il compito di accogliere i bambini in un ambiente diverso da quello familiare con l’obiettivo di sviluppare una relazione di qualità col bambino attraverso un’attenta osservazione e un sensibile ascolto delle sue esigenze;

3) da una ausiliaria che aiuta le insegnanti nei compiti di cura e si occupa dell’igiene di tutta la struttura.

Durante l’anno, le educatrici pianificheranno momenti di confronto con i genitori.

Spesso viene sottovalutata l’importanza di questi incontri e si reputa sufficiente lo scambio di piccole informazioni quotidiane riguardanti il vissuto del bambino. Per i bimbi molto piccoli, però, la giornata educativa non si basa sull’improvvisazione, ma è programmata e quotidianamente verificata. E’ quindi di fondamentale importanza che i genitori partecipino attivamente alle riunioni, per discutere di: organizzazione della giornata al Nido, tipo di attività che si svolgono, eterogeneità del gruppo dei bambini, metodologie organizzative e pedagogiche, problematiche di carattere generale, ecc.

Il colloquio è molto importante poiché consente di offrire al bambino una continuità educativa tra Nido e Famiglia e offre ai genitori la possibilità di chiarire quesiti pedagogici e non  specifici del proprio bimbo.

I genitori, su appuntamento, potranno inoltre consultarsi privatamente con la nostra pedagogista, sia a fini educativi che per l’analisi di casi particolari.

Normativa

I due Orsetti rispetta:

  • le normative vigenti in materia di sicurezza e igiene(norme antincendio e igienizzazione)
  • forma tutto il personale costantemente

Primo soccorso pediatrico

Il personale e’ formato per poter prestare un primo soccorso ai piccoli ospiti. Il nido e’ dotato di cassetta pronto soccorso.

SCUOLA INFANZIA PARITARIA

Ai bisogni formativi espressi dalla comunità la scuola dell’infanzia I due orsetti” risponde:

*motivando gli alunni all’apprendimento; mettendoli in condizione di acquisire e sviluppare,abilità,competenze e saperi essenziali perché siano in grado di imparare per tutta la vita,in contesti diversi;

*promuovendo la loro partecipazione attiva e responsabile alla vita della comunità;

*sostenendo una corretta educazione interculturale che valorizzi l’individualità /diversità di ciascuno;

*educandoli al rispetto delle persone e dell’ambiente.

E’ premura della nostra scuola progettare e muoversi in stretta sinergia con il territorio, perché solo così si potrà assistere alla creazione ed il potenziamento di una rete estesa, qualificata e differenziata di un servizio socio educativo integrato e si potrà sentir parlare di  “società educante”.

Il bambino, ogni bambino e’ alunno, non solo nella scuola, come si riteneva un tempo, ma anche fuori della scuola, nella società tutta”.(Faure)

La scuola si propone di accogliere le esigenze che emergono dal territorio e di rispondere con iniziative di formazione e di integrazione a tali richieste. Inoltre utilizza l’ambiente circostante come fonte di conoscenze e di esperienze oltre che come risorsa educativa finalizzata all’orientamento.

Il nostro progetto di scuola per l’infanzia si propone di rendere la scuola stessa un significativo luogo di apprendimento, socializzazione e animazione che scaturisce da un’ attenta opera di osservazione. I bambini sono concepiti come persone, come soggetti costruttori della propria personalità attraverso una fitta rete di relazioni con l’ambiente circostante. Nel nostro contesto essi avranno la possibilità di trovare ambienti scolastici ed extrascolastici preparati per promuovere e salvaguardare i loro diritti: Spettano alle bambine e ai bambini , in quanto persone i diritti inalienabili alla vita, all’educazione, all’istruzione e al rispetto dell’identità individuale, etnica, linguistica, culturale e religiosa, sui quali si fonda la promozione di una nuova qualita’ della vita intesa come grande finalità educativa del tempo presente”.

La nostra Scuola dell’Infanzia fa riferimento alla Costituzione,agli Orientamenti ’91e alle Indicazioni Nazionali, alleIndicazioni per il Curricolo, fa proprie tali norme educative, arricchendole di valori morali.

Numerose sono le emozioni che accompagnano il bambino nella scuola dell’infanzia. Lo scopo prevalente della scuola sarà quello di far provare nuove esperienze ed emozioni significative. La nostra scuola e’ concepita interamente per il bambino, in modo tale da assicurargli la massima cura e la piena soddisfazione di tutti i bisogni e le sue necessità.

In questo modo il piccolo potrà:

*essere amato e rispettato incondizionatamente, sia nei propri comportamenti sia ne proprio modo di essere;

*avere libertà di parola, per quello che gli compete, e occasione di vivere alcuni momenti con gli adulti che gli consentono di sviluppare la propria personalità;

*avere dei modelli di riferimento che siano in grado di farlo crescere autonomamente, anche sbagliando ma che abbiano la capacità di porgli i necessari limiti, sempre mirati alla sua crescita personale.

La nostra sarà una scuola che accogliera’ tutti in modi diversi;tutti i bambini sono uguali sotto il profilo dei diritti e socialmente, ma ognuno racchiude un mondo interiore da esplorare con delicatezza, sensibilità e competenza.

La scuola d’infanzia “I due orsetti” si fonderà su un valore assoluto, l’amore per i bambini e il loro meraviglioso mondo; i segreti  della nostra didattica, dunque,  risiedono nell’  Amore…l’amore per i piccoli” e la ricerca”.

“L’educazione dei piccoli puo’ avvenire solo ed esclusivamente se parte dal cuore.”

Anni di esperienza vissuti in un’ ottica di continua osservazione e ascolto empatico hanno permesso di scoprire i segreti di questo magnifico universo, pertanto la  nostra scuola ha accettato e continua  accettare una sfida importante : far uscir fuori tutte le capacità recondite dei suoi allievi, promuovere atteggiamenti di scoperta, ricerca, curiosità; dotare i suoi alunni di strumenti necessari per far sì che possano affrontare l’incantevole viaggio della vita con determinazione ed ottimismo. La nostra scuola  investe tanto in termini di impegno, progettazione e ricerca, ma soprattutto lavora responsabilmente in nome dell’ obiettivo principale     : poter guardare con orgoglio gli alunni dei “due orsetti” .

CONSULENZA PEDAGOGICA

PROGETTAZIONE EXTRASCOLASTICA

PROGETTAZIONE DI EVENTI E LABORATORI PRIVATI E AZIENDALI

PROGETTAZIONE PARTY